M come michelle, M come marketing

Immagine

M come michelle, M come marketing

Giorgio Gori, guru della comunicazione di Matteo Renzi (come se ne avesse bisogno) era candidato sindaco a Bergamo con una coalizione targata PD. Ha vinto al ballottaggio domenica e così si è presentato davanti alla stampa insieme alla consorte. Maniche di camicia come Barak, ma quello che balza agli occhi è la Parodi, consorte, con lo stesso identico outfit di Michelle Obama il giorno della rielezione del marito. La stessa tovaglia da pic nic, tagliata a stile impero e fermato da una cinta. Sul web è impazzato subito la notizia del copincolla della Parodi, tutti a chiederle dello scivolone, del perchè e nessuno che si è accorto della furbata della signora Gori. Per tre giorni è stata sullo schermo di tutti quelli che hanno un account ad un social network, rubando la scena al marito e tenendo puntato i riflettori su un’elezione comunale che al di fuori dei confini bergamaschi a pochi importa. “comprato su ebay a 59 euro” ha dichiarato. Si sa che in politica le favole piacciono e tirano voti. Obama docet

Questioni di gusto

Immagine

Questioni di gusto

A sinistra Carlo Cracco, due stelle michelin e stellina televisiva di Sky con Masterchef, fresco testimonial delle patatine San Carlo. A destra Rocco Siffredi testimonial di Amica chips tra il 2006 e 2007 con uno spot censurato che alla fine fu trasmesso muto ma senza perdere un grammo in ironia e doppisensi. Chi dei due testimonial perde? Chi dei due marchi vince? I due marchi sicuramente hanno vinto in visibilità, in vendite non sappiamo. Certo felici ne sono stati i portafogli di entrambi perchè usciti rigonfi ma la credibilità? Rocco Siffredi si è dimostrato un soggetto versatile per questo spot, giocando con una parodia della villa di Hugh Hefner, Cracco a mio parere ne ha persa molta. Un chef pontifica sempre sulle materie prime di alta, altissima qualità, e poi mi cade su una patatina in busta? In questo bellissimo articolo si parla dell’esperienza di gustarsi salmone fresco su una salsa di mango servita su una patatina grigliata unta e salata.

Milf vs teen

Immagine

Milf vs teen

La foto di Miley Cyrus è tratto dal video “Wrecking Bal” rilasciato il 9 settembre del 2013 a sinistra, la foto è stata caricata sul profilo Instagram da Madonna il 12 marzo 2014. Una volta era Madonna che segnava il tempo delle mode e delle provocazioni ora fa tristezza vederla arrancare dietro alle teen del pop americano.

Takashipom su Instagram

Io adoro il profilo instagram di Takashi Murakami!

takashipom su Instagram4

Ecco l’ho detto subito così posso riperterlo migliaia di volte fino alla fine del post. Facciamo un rewind. Takashi Murakami è un artista giapponese che nel 2008 la rivista Time ha inserito nelle top ten delle 100 persone più influenti del mondo. Quindi non stiamo parlando di sushi d’imitazione. Lo stile o mondo di Murakami è pieno zeppo ai riferimenti dell’iconografia manga. Colorato, divertente, a volte monumentale, il minimalismo proprio non è di casa sua.

takashipom su Instagram

Ma quello che lo contraddistingue è la sua attitudine marketing è un pò il Damien Hirst, sotto questo punto di vista, dell’oriente. Storica è la sua collaborazione con Louis Vuitton e il suo direttore creativo Marc Jacobs, uno che di stile se n’intendeva. Ha rivisitato lo storico logo della maison francese creando un pattern d’ispirazione manga (video riepilogativo 1 e 2) che è andato a rivestire borse e accessori venduti molto profumatamente. Ma non solo lusso, si è dedicato anche ad prodotti di largo consumo che possono essere acquistati negli shop allestiti ad hoc durante le sue mostre.

takashipom su Instagram3

Questa creatività spumeggiante non poteva non contaminare il suo profilo instagram, che è divertentissimo. A cominciare dal suo cane

takashipom su Instagram7

Ne posta una foto un giorno si e uno no

takashipom su Instagram2

Come il 190% degli utenti di Instagram posta foto di quello che mangia

takashipom su Instagram6

Non ci fa dimenticare che lui abita nella terra del Sol Levante che ha dato i natali a pikachu…

takashipom su Instagram5

… che i giapponesi prendono molto sul serio!

takashipom su Instagram8

…gli alberghi…

takashipom su Instagram9

…lui versione turista…

takashipom su Instagram10

…poi fiori…

takashipom su Instagram11

e gli immancabili cieli, tema caro agli igers

takashipom su Instagram13

Un profilo (—>) spassoso, una finestra sulla vita artistica e privata di un artista tanto ecclettico, ma anche su un mondo e una società lontani dalla nostra cultura.  Io lo adoro.

Bacini coloratissimi da Cristyzen

Riciclo creativo

Immagine

Riciclo creativo

Indovina indovinello: chi è la signora nella foto? E’ una nota partecipante ad uno dei più seguiti reality culinari che occhieggiava, da triglia less,a uno dei più affascinanti e gustabili chef italici. Chissà se la signora in questione, avvocatessa agguerrita, sa come viene utilizzata la sua faccia e le sue forme su un noto social network…

 

bacini cattivelli da Cristyzen

NARS Orgasm

Ieri, 15 maggio Sephora Italia, una delle più grandi catene di profumerie con punti vendita in tutto il mondo, ha messo in vendita sia nello store online che in alcuni, selezionati, shop il brand Nars. E quindi, finalmente, anche in Italia è acquistabile il loro più famoso prodotto: il blush Orgasm. Quello che io considero uno dei più geniali e redditizi “prodotto-marketing” nel campo del make up. Geniale, perchè i responsabili marketing della Nars (società americana, ma fondata da un make up artist francese, facente parte attualmente del gruppo giapponese Shiseido) hanno saputo trasformare un prodotto ordinario di un beauty case, che non promette miracoli come un fondotinta o un mascara, nè ha l’allure potente del rossetto, in un prodotto sognato, ambito, cercato e tutto per quel nome: orgasm!

Blush - Orgasm -  by NARS

Redditizio perchè lanciato sul mercato nel 2005 è diventato il prodotto più venduto a marchio NARS. Inoltre è stato eletto per tre volte consecutive, nel 2006, nel 2007 e nel 2008 come prodotto dell’anno dalla catena Sephora e dando vita ad una linea completa di prodotti giocata sulla stessa tonalità e prendendone lo stesso nome. E’ diventato nel tempo il prodotto “iconic NARS“.

orgasm - NARS Cosmetics

Smontiamo tutti i meccanismi di questo prodotto. La Nars è stata fondata nel 1995 e sul mercato dei cosmetici è piazzata nella fascia medio-alta di prezzo. Non è un brand per professionisti make up artist come MAC è MUFE e non possiede store monomarca. Il packaging è minimalista, confezioni nere, eleganti, niente loghi grafici solo il nome ben evidente anche se con un carattere molto discreto. I prodotti di questa casa cosmetica coprono tutto il range del make up: fondotinta, smalti, ombretti, mascara, blush. Oltre che ad una collezione di pennelli e skin care. Inizialmente il brand si distingueva per i “multi-Use color“, prodotti che potevano essere usati sia per le labbra che il viso. Oggi invece il marchio è sicuramente associato al suo blush più famoso, diventando nel tempo quasi il logo stesso del marchio. La Nars conta circa 29 blush che coprono tutte le sfumature possibili ed hanno anche nome molto più provocanti tipo “deep throat”, ma orgasm è diventato il top. Perchè? Prima delle operazioni di marketing viene il prodotto stesso. Il blush è un di un colore rosato ma ha sfumature pesca, in questo modo dona a tutte, dalle più pallide a quelle più scure, sia alle carnagioni con sottotono freddo che caldo (sotto metto il link per gli alieni del make up di cosa sto parlando). Il colore è forse tra i più banali ed è questo uno dei suoi punti di forz,a proprio perchè così usuale è più accessibile e portabile è come il tubino nero, alla fine sta bene indosso a tutte. E poi c’è il nome. Il prodotto è stato lanciato nel 2005, un anno dopo la fine della serie tv “Sex and the city” che ha “sdoganato” il sesso delle e “per” le donne. Orgasm, forse il più cercato, desiderato e ambito è proprio lui, il famigerato orgasmo, quello che è diventato un diritto avere e non un tabù da cercare. Le campagne pubblicitarie sono state sempre molto eleganti e mai provocanti e questo non ha fatto altro che aumentarne il fascino a questo prodotto. In vendita negli store Sephora internazionali ad un prezzo non proprio popolare, € 30,00, ha dato vita ad una vera e propria caccia al clone, nonostante l’originale rimane il più ambito. Scommettiamo che diventerà il top seller del 2013?

Rewiew tecnica: http://www.temptalia.com/nars-orgasm-blush-review-photos-swatches

Sottotono della pelle: https://www.youtube.com/watch?v=jd_Qgcue3lU

Dupes (prodotti quasi simili): http://www.temptalia.com/makeup-dupe-list